Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

crema di fave

Crema di fave, cicoria, spirulina e granola di semi:

  • 250 g di fave secche
  • uno spicchio d’aglio
  • un mazzetto guarnito (rosmarino, salvia timo, maggiorana)
  • olio extravergine d’oliva
  • sale marino integrale
  • spirulina in polvere

Per la granola con avena e grano saraceno:

  • 350 g di fiocchi di avena
  • 150 g di farina di farro
  • 120 g di malto
  • 100 g olio di semi di girasole
  • 20 g di acqua tiepida
  • 1 pizzico di sale
  • 90 g di grano saraceno
  • 270 g di semi e frutta oleaginosa (mandorle, noci, nocciole, semi di sesamo, lino, canapa, girasole, chia ecc…)

Preparazione:

Frullare insieme con un frullatore a immersione l’olio, l’acqua e il malto, miscelare i fiocchi di avena, la farina e il sale, aggiungere il composto liquido alle farine e lavorare bene, poi aggiungere il grano saraceno, i semi e la frutta oleaginosa, stendere in una teglia con carta da forno, cuocere a 160° per 15′. Una volta fredda, conservare la granola in un contenitore chiuso.

Lavare e cuocere le fave secche, private della buccia esterna, in abbondante acqua con lo spicchio d’aglio in camicia e il mazzetto di erbe, finché non saranno tenere, scolarle, togliere l’aglio e il mazzetto di erbe, frullarle al mixer aggiungendo un po’ d’olio extravergine a filo, se necessario regolare la densità con un po’ di acqua calda. Aggiustare di sale, tenere in caldo fino al momento del servizio.

Pulire la cicoria, cuocerla per tre minuti in acqua bollente salata, raffreddarla subito in acqua fredda e strizzarla bene. Al momento del servizio saltarla in padella con un po’ di olio profumato all’aglio e peperoncino, regolare di sale e tenere in caldo.

Servire la crema di fave con la cicoria, una spolverata spirulina e la granola di semi.

Credits: Chef Emanuela Tommolini