PROGRAM-AGGIOR-VEGETARISMO thumbnailAnche nella nostra regione si registra un incremento dell’interesse e dell’aderenza a modelli vegetariani e vegani dettati da moventi etici, ecologici e salutistici, ma anche da idealismi giovanili raramente ispirati dalla conoscenza di linee guida di riferimento e frequentemente soggetti a interpretazioni riduttive e soggettive che possono, in alcuni casi, facilitare malnutrizione proteico-calorica e deficit vitaminici e minerali di vario genere, fino a mimetizzare un vero e proprio disturbo del comportamento alimentare.
La scuola, per prima, una volta a conoscenza di questa domanda emergente, deve riconoscere ai vegetariani gli stessi diritti formativi, per cui diventa sempre più importante trattare i temi della educazione alimentare tenendo conto anche dell’opzione vegetariana.
In particolare nelle scuole alberghiere, i ragazzi avrebbero bisogno di informazioni adeguate e autorevoli non solo sui possibili benefici salutistici e ambientali del modello vegetariano, ma anche sulle similitudini con il modello mediterraneo e sulle criticità che un modello vegetariano può comportare rispetto ad alcuni nutrienti quali il Ferro, lo Zinco, il Calcio, la vit D, la vit B12 e gli acidi grassi Omega 3.
Oltre a ciò i ragazzi tutti, non solo i vegetariani, avrebbero bisogno di un percorso formativo che valorizzi anche il gusto e la gastronomia vegetariana, sia perchè è sempre più importante e qualificante la valorizzazione dei vegetali nell’alimentazione e nella cucina, sia per essere pronti alle nuove sfide del mercato.
Occorre, dunque, un’inversione di tendenza rispetto all’informazione alimentare “percepita” che continua a denigrare e a emarginare il vegetarismo, mentre continua ad indulgere su modelli di alimentazione con scarsa presenza di vegetali, a detrimento della salute nostra e dei nostri figli.

Il programma dell’aggiornamento, attualmente indirizzato agli insegnanti dei Laboratori Enogastronomici e di Scienze
degli Alimenti della Regione Abruzzo, è proposto dalla nuben srl (sede legale: via Ugo la Malfa 32, 64021 Giulianova, provincia di Teramo, P. IVA 01930960677) ed è stato studiato e elaborato dal prof. Paolo De Cristofaro e dalla sua equipe, in collaborazione con RE.NA.I.A. regionale, Rete degli Istituti Alberghieri Abruzzesi, rappresentata dalla preside Nilde Maloni e con il corpo docente dell’Istituto Alberghiero “Crocetti” di Giulianova, ma vedrà anche la partecipazione del dott. Vincenzino Siani, presidente della SINVE (Società Italiana di Nutrizione Vegetariana).
La nuben è interessata ad estendere tale aggiornamento anche a ristoratori e albergatori, per cui nella I edizione del corso riserverà il 20% dei posti a FEDERALBERGHI e FIPE in previsione di nuove iniziative formative ad essi indirizzata.
Sarà possibile l’iscrizione anche da parte di operatori sanitari (medici, dietisti, biologi) e naturopati interessati al tema nel limite di n. 20 iscrizioni.
Partendo dalla considerazione che gli alimenti che qualificano il modello mediterraneo sono vegetali e che la Dieta Mediterranea originaria, oggetto degli studi di Ancel Keys, non era altro che una dieta vegetariana “part time” con consumi occasionali di carne, pesce e dolciumi, il programma riconosce le ragioni del vegetarismo, ma riconduce quest’ultimo nell’alveo di un modello che potremmo definire “veg-mediterraneo”.
Questo approccio formativo è strategico perché àncora il vegetarismo al modello mediterraneo e al nostro territorio, integra senza emarginare, orienta senza prevaricare, avvicina senza inglobare, favorendo da una parte una maggiore valorizzazione nutrizionale e gastronomica dei vegetali, per coloro che sono onnivori e favorendo dall’altra la conoscenza e l’esperienza di un modello vegetariano salutare e nutrizionalmente adeguato.
In altre parole il progetto formativo sviluppa un criterio di continuità e di sinergia tra modello mediterraneo e vegetariano teso a valorizzare gli aspetti positivi e le criticità applicative di entrambi, oltre a dare una risposta culturalmente adeguata e aggiornata ad un’ esigenza ancora non legittimata pienamente nella nostra società e ancora non presente adeguatamente nei programmi educativi e scolastici.

Scarica il programma del corso cliccando qui.

Scarica il modulo di iscrizione cliccando qui.