Fonte CNN Money. (Leggi l’articolo originale)

Amazon sta comprando la farmacia online PillPack: una mossa che può destabilizzare l’industria del farmaco.

PillPack è una farmacia online che opera su tutto il territorio nazionale americano. L’azienda fornisce farmaci ai pazienti in dosi preconfezionate e progettate per rendere più facile l’assunzione di più medicinali.

L’entrata di Amazon nel mondo delle farmacie era ampiamente previsto, infatti, Jeff Besoz (il numero 1 di Amazon) sta creando una compagnia di assistenza sanitaria insieme a JPMorgan Chase.

L’accordo PillPack sta già spaventando gli investitori delle prime due catene di farmaci d’America.

Questa notizia, se da un lato spaventa i produttori e farmacisti, dall’altra ci fa riflettere su una necessità di rinnovamento.

Lo sdoganamento del farmaco (o integratore) alla vendita online ci pone di fronte ad una amara realtà: il prodotto non può rappresentare più la fonte primaria di guadagno per il farmacista, in quanto, di fronte a certi colossi, la sfida sul prezzo e sulla varietà dell’offerta non può essere vinta.

Come può difendersi il mercato delle farmacie italiane?

Come abbiamo già scritto nel nostro precedente articolo sulla farmacia dei servizi, per far fronte ad un mercato sempre più concorrenziale, la farmacia deve investire in servizi e in formazione del suo personale, al fine di fidelizzare il cliente e di avere un personale preparato e che sappia rispondere alle esigenze di questi ultimi.